Home

Home
Home 2020-04-01T22:10:17+00:00

Non si può pensare bene, amare bene, dormire bene se non si è cenato bene.

[Virginia Woolf]

La mia storia


Non ricordo neanche il momento esatto in cui iniziai ad interessarmi alla biologia.

Già alle elementari mi divertivo a giocare con il mio microscopio giocattolo e rimanevo affascinata dalle prime spiegazioni sul mondo cellulare. Alle medie ero ormai certa di voler studiare biologia all’Università, come la mia tanto amata insegnante di matematica e scienze. Non volevo insegnare però, volevo fare ricerca, volevo contribuire alla costruzione di una cura per il cancro (tranne quando avevo l’influenza: in quei giorni volevo solo trovare una cura per il raffreddore).

Proseguii i miei studi in questo campo e approdai all’Università. La mia nuova vita mi piaceva molto, ma portava con sé un effetto collaterale: iniziai a soffrire di colite, o colon irritabile se preferite. Le mie giornate si complicavano, stavo male sempre più spesso e questo limitava tutto, anche la mia vita sociale: impensabile anche solo andare in pizzeria. Iniziai a cercare una soluzione, ma spesso l’unica risposta era “E’ psicosomatico, devi imparare a conviverci”.

Grazie tante. A 20 anni imparare a segregarmi in casa con farmaci antispastici e riso in bianco. Non se ne parlava.

Mi illusi ad un certo punto di poter trovare una soluzione con un test per le intolleranze, ma per fortuna stavo studiando biotecnologie e non buttai tempo e soldi in illusioni. Cercai finché trovai un professionista che mi spiegò che con alcuni cambiamenti alimentari avrei migliorato di molto la mia condizione. Io ero convinta di mangiare correttamente e invece… scoprii un mondo.

I sintomi migliorarono rapidamente. Nel frattempo mi laureai e sostenni l’esame di Stato. Iniziai anche a praticare yoga perché, dopotutto, la colite è anche un disturbo psicosomatico. Guarii completamente.

Con il ritorno ad una vita normale arrivò anche la consapevolezza di aver trovato la mia strada: volevo sempre contribuire al miglioramento delle condizioni di salute delle persone, ma non rinchiusa in un laboratorio sperduto da qualche parte sul planisfero. Volevo migliorare la vita quotidiana, contribuire al benessere in modo più diretto e rapido e volevo farlo a Pinerolo, in quella che è sempre stata la mia casa.

Ho scommesso tutto su questo, ho studiato ancora e nel 2013 ho aperto l’attività. Non è stato facile, ma sono felice della mia scelta e questo è il primo fondamentale passo: come potrei aiutare gli altri se non fossi serena io?

Mi appiopparono una condanna addosso e il miglioramento del mio stile di vita me ne liberò: voglio condividere le mie conoscenze per illuminare, anche solo di poco, la quotidianità di chi è costretto a fronteggiare piccole e grandi difficoltà che un buon cibo possono alleggerire. Questo è il mio sogno e, per fortuna, lo sto vivendo.

News

604, 2020

Attivazione del servizio di consulenza online

aprile 6th, 2020|Categories: News|

Con il prolungarsi dell'emergenza sanitaria e delle misure restrittive di isolamento sociale, si è resa necessaria un'alternativa alle visite in studio: il nostro stile di vita è cambiato, facciamo meno movimento, non riusciamo a trovare tutti gli alimenti abituali, siamo [...]

Di cosa mi occupo

Educazione alimentare per l’adulto ed il bambino.

Come si costruisce un pasto? Quali alimenti preferire? Imparare a mangiare significa poter mantenere l’autonomia e la libertà di scegliere, seguendo alcune semplici regole, senza la necessità di pesare ogni singolo alimento che ci accingiamo a consumare. Sarà così più semplice mantenere i risultati ed evitare la noia.

Perché non siamo tutti uguali: diete personalizzate.

Ognuno di noi è unico, anche nel nutrirsi: ecco perchè i piani alimentari devono essere personalizzati, incontrando le esigenze di salute dell’individuo, le sue necessità e, non da ultimo, i suoi gusti!

Quando c’è la malattia… diete in condizioni patologiche accertate

Alimentazione e salute sono strettamente legate… quando l’equilibrio si spezza e compare la patologia, l’alimentazione non dovrà solamente adeguarsi, ma in molti casi potrà essere un valido aiuto.

Mai più a stecchetto! Ottenere risultati senza patire la fame

Non è necessario patire i morsi della fame per tornare in forma. Privilegiando la qualità dei cibi e scegliendo i corretti abbinamenti tra gli alimenti, è possibile recuperare il peso forma sentendosi sazi ogni giorno.

La bilancia, questa imbrogliona… l’importanza della composizione corporea

Il peso complessivo indicato dalle normali bilance pesapersone può ingannare: quanti sono i chili di grasso? E quanti i chili di muscolo? Il vero peso forma non si riduce ad un solo numero, ma comprende una corretta proporzione tra massa grassa, massa muscolare e acqua.

Quando c’è qualcosa di diverso… diete in condizioni particolari

Che si tratti di una diagnosi di celiachia, un’intolleranza alimentare, un’allergia, oppure di una bella notizia, come l’inizio di una gravidanza, la corretta alimentazione permetterà di vivere al meglio la propria particolare condizione.